Superbonus anche per interventi locali su villette a schiera

L’Agenzia delle Entrate estende l’agevolazione del Superbonus 110% anche per  interventi di riparazione o locale realizzato su una villetta a schiera.

Con la Risposta 560 emessa in data 26 agosto 2021, l’Agenzia delle Entrate ha spiegato che si può ottenere la detrazione rispettando una serie di condizioni.

Superbonus 110%: la guida completa per il Condominio. Ebook

Nel caso si specie il proprietario di una villetta a schiera, inserita in un complesso orizzontale, dotata di accesso autonomo e funzionalmente indipendente, intendeva realizzare interventi volti all’eliminazione delle situazioni critiche di lesione e al ripristino delle condizioni di sicurezza statica.

La richiesta avanza era se tali interventi, qualificati come lavori “di riparazione o locali”, definiti dal punto 8.4.1 delle NTC 2018 e dalla Circolare 7/2019, potevano o meno rientrare nella agevolazione fiscale superbonus 110%.

L’Agenzia ha fornito una risposta positiva però dettanto alcune condizioni. Patendo dal presupposto che lo scorso aprile, il CSLLPP ha affermato che gli interventi “di riparazione o locali” possono ottenere il Superbonus 110%,  ha anche fornito un elenco, a titolo esemplificativo e non esaustivo, degli interventi di riparazione o locali che danno diritto al Superbonus:
– interventi sulle coperture, e più in generale sugli orizzontamenti, o su loro porzioni finalizzati all’aumento della capacità portante, alla riduzione dei pesi, alla eliminazione delle spinte applicate alle strutture verticali, al miglioramento dell’azione di ritegno delle murature, alla riparazione-integrazione-sostituzione di elementi della copertura, ecc.;

– interventi di riparazione e ripristino della resistenza originaria di elementi strutturali in muratura e/o calcestruzzo armato e/o acciaio, ammalorati per forme di degrado provenienti da vari fattori (esposizione, umidità, invecchiamenti, disgregazione dei componenti ecc.);

– interventi volti a ridurre la possibilità di innesco di meccanismi locali, quali, ad esempio, l’inserimento di catene e tiranti contro il ribaltamento delle pareti negli edifici in muratura, il rafforzamento dei nodi trave-colonna negli edifici in c.a. contro la loro rottura prematura, prima dello sviluppo di meccanismi duttili nelle travi, la cerchiatura, con qualunque tecnologia, di travi e colonne o loro porzioni, volta a migliorarne la duttilità, il collegamento degli elementi di tamponatura alla struttura di c.a. contro il loro ribaltamento, il rafforzamento di elementi non strutturali pesanti, come camini, parapetti, controsoffitti, etc., o dei loro vincoli e ancoraggi alla struttura principale.

Successivamente, a luglio, il CSLLPP ha affermato che la realizzazione degli interventi “di riparazione o locali” è di fondamentale importanza, vista anche la relativa semplicità realizzativa, nella riduzione del rischio sismico dei centri storici costituiti da aggregati.

Nel caso di specie, con riferimento agli interventi di riparazione o locali che possono accedere al Superbonus, il CSLLPP ha affermato che sono agevolabili anche gli interventi di riparazione o locali realizzati su una villetta a schiera, purchè tali  interventi di miglioramento e adeguamento, siano riferiti alla singola unità strutturale anche se le parti interessate dall’intervento non riguardano tutta l’unità strutturale.

Per tali ragioni l’Agenzia ha ribadito che il proprietario della villetta a schiera può ottenere il Superbonus sugli interventi di riparazione o locali da realizzare.

risposta Agenzia delle Entrate

L’articolo Superbonus anche per interventi locali su villette a schiera proviene da Condominio Caffe.

(Fonte)

Torna su